• 29.11.2019

ICA Milano presenta

 

AAA Arts and Access for All

Un inedito percorso triennale dedicato all’arte accessibile e inclusiva.

 

Primo appuntamento venerdì 29 novembre 2019 dedicato alle proposte culturali e museali per persone con Alzheimer e chi se ne prende cura

Fondazione ICA MILANO | Istituto Contemporaneo per le Arti
Ingresso libero previa prenotazione a rsvp@icamilano.it

“Le iniziative accessibili alle persone con demenza promosse in ambito museale e culturale possono avere un forte significato e un notevole impatto sulla vita delle persone.
In un ambiente privo di barriere cognitive, le persone con demenza possono tornare a partecipare pienamente alla vita sociale e culturale e continuare a sentirsi parte della comunità”

Cristina Bucci, Luca Carli Ballola, Chiara Lachi, Michela Mei

Fondazione ICA Milano presenta venerdì 29 novembre 2019 una speciale giornata di sensibilizzazione aperta al pubblico sulle proposte culturali e museali, interamente dedicata alle persone che vivono con l’Alzheimer e a chi se ne prende cura.

Questo primo appuntamento inaugura un inedito percorso triennale che ICA dedica all’accessibilità dell’arte e dei musei. AAA - Arts and Access for All, questo il titolo scelto per l’intero percorso, si struttura come un vero e proprio progetto di formazione che punta a creare sul territorio le competenze necessarie per diffondere attività educative accessibili facendo di ICA il capofila di un approccio differente alla didattica museale.

Promossa da ICA e realizzata da L’Immaginario Associazione Culturale insieme a Luca Carli Ballola e Michael Mei, educatori geriatrici, con il patrocinio di AIP - Associazione Italiana Psicogeriatria e Alzheimer Fest la giornata di venerdì 29 novembre 2019 propone una serie interventi e workshop che delineano il contributo che i musei e l’arte possono offrire alla creazione di città e comunità aperte e inclusive nei confronti della demenza.

Nel corso della mattina (dalle 9.30 alle 13.00) una serie di interventi di esperti dei settori geriatrico, educativo e museale, ma anche di familiari di persone che vivono con l’Alzheimer, tracceranno lo stato dell’arte dell’accessibilità del mondo museale e dei luoghi di cultura in generale.

Nel pomeriggio, dalle 14.00 alle 17.00, una sessione di workshop approfondirà gli aspetti legati alle strategie di facilitazione e alle esperienze di incontro con l’arte. Seguirà poi un momento di condivisione e confronto.

L’incontro è rivolto al pubblico genericamente inteso, ovvero a chiunque abbia un interesse professionale o personale al tema, ed è a ingresso libero previa prenotazione a rsvp@icamilano.it.

AAA - Arts and Access for All si inserisce in maniera sinergica nel calendario di attività interdisciplinari che ICA Milano offre alla città e al pubblico, dove condivisione e partecipazione sono le parole chiave per comprenderne l’attitudine. L’impegno di ICA non si esaurisce, infatti, nella presentazione di esposizioni collettive e monografiche, ma si estende alla promozione di un filone di ricerca sulla storia dell’arte, sulle arti applicate e l’editoria, alla costruzione di un ricco public program con iniziative di approfondimento delle mostre in corso, e allo sviluppo di iniziative education, con il programma ICA Extra che comprende anche la Scuola di filosofia ICA Milano, volta a tematizzare il rapporto tra produzione artistica e ricerca filosofica contemporanea.

 

INFORMAZIONI PRATICHE

AAA Arts and Access for All Venerdì 29 novembre 2019
Ingresso libero previa prenotazione a
rsvp@icamilano.it

 

Venerdì 29 novembre 2019

9.30
Introduce
Alberto Salvadori, direttore ICA Milano

 

Presiede
Chiara Lachi, Associazione Culturale L’immaginario e Coordinamento MTA Musei Toscani per l’Alzheimer

 

10.30
Interventi
Mariella Zanetti, geriatra, Cooperativa La Meridiana Monza (Il Paese Ritrovato)
Prospettive di vita e di Benessere oltre la malattia

Cristina Bucci e Luca Carli Ballola, Coordinamento MTA Musei Toscani per l’Alzheimer
Verso il museo come prescrizione

Bairbre-Ann Harkin, Art & Ageing Curator, IMMA Dublino
Nothing For Us Without Us: Audience As Advisor

Adriane Boag, Programs, Education, Research Library and Archives National Gallery of Australia, Canberra

Lucilla Boschi, coordinatrice della Commissione tematica Accessibilità museale ICOM Italia

Luisa Moser, responsabile dei Servizi educativi dell’Ufficio beni archeologici della Soprintendenza per i beni culturali della PAT (Provincia Autonoma di Trento)
L’Alzheimer Fest e i Musei che abbracciano

 

12.30
Le testimonianze dei familiari
con Anna e Pierluigi Bartolini, Anna Castellacci, Cecilia Grappone, Erina Serruto
Intervista a cura di Michela Mei, Associazione Anna e Coordinamento MTA Musei Toscani per l’Alzheimer

 

13.00 - 14.00
Pausa pranzo

 

14.30 - 15.30
Workshop (si svolgono in contemporanea)

con Adriane Boeg, Programs, Education, Research Library and Archives National Gallery of Australia
 

con Bairbe-Ann Harkin, Art & Ageing Curator, IMMA Dublino, The Azure Methodology: In-gallery Demonstration
 

con Chiara Lachi e Michela Mei, Coordinamento MTA Musei Toscani per l’Alzheimer, L’arte per comunicare
 

con Elisa Negri, Civita per Gallerie di Italia, Incroci, per andare oltre gli stereotipi
 

con Pietro Vigorelli, medico psicoterapeuta formatore, promotore dell’ApproccioCapacitante®, Come superare le barriere cognitive con l’ApproccioCapacitante®

 

15.30 - 16.30
Discussione aperta a tutti i partecipanti

16.30 - 17.00
Conclusioni

 

GLI ENTI COINVOLTI

Associazione Culturale L'immaginario

L’Immaginario nasce con l'intento di accrescere la sensibilità delle persone, a partire dall'infanzia, nei confronti del patrimonio culturale, di sviluppare nei bambini e negli adulti la capacità di fruizione delle opere d'arte, di contribuire alla crescita individuale e collettiva nell'ambito culturale in cui opera. La linea di azione degli ultimi anni vede impegnate le fondatrici Cristina Bucci e Chiara Lachi e l’associazione tutta, in progetti di accessibilità finalizzati all’inclusione culturale delle persone con disabilità. Dal 2012 Cristina Bucci, Chiara Lachi, Luca Carli Ballola e Michela Mei formano una squadra di lavoro che sviluppa progetti museali per le persone con demenza e che quest’anno ha l’incarico per il coordinamento della rete informale MTA Musei Toscani per l’Alzheimer.

AIP Associazione Italiana di Psicogeriatria
AIP si occupa dei problemi psichici degli anziani come la depressione, l'ansia, le difficoltà di adattamento, i disturbi cognitivi. Uno degli obiettivi dell'Aip è offrire agli anziani la possibilità di invecchiare mantenendo attive le proprie capacità fisiche e mentali.

 

Alzheimer Fest
Alzheimer Fest è un’associazione no profit nata nel 2017 con base a Milano, composta da familiari “in servizio attivo”, terapisti, artisti, badanti, medici, professori, giornalisti, attori, musicisti, ricercatori; tante persone che condividono un’idea della demenza come “stagione di vita” e che non accettano che la dignità delle persone venga ignorata o calpestata.

 

MTA Musei Toscani per l’Alzheimer
Musei Toscani per l’Alzheimer è una rete informale di oltre 50 musei e una decina di biblioteche che propongono attività per le persone con demenza e i loro carer, distribuiti su tutta la Toscana. Il modello toscano costituisce un esempio unico di buona pratica a livello nazionale e internazionale. Il Settore Musei della Regione Toscana dal 2013 sostiene un Coordinamento della rete informale, che promuove corsi ed eventi di formazione in tutto il territorio regionale, incontri di approfondimento, occasioni di discussione e scambio di buone pratiche, anche a carattere multidisciplinare, a livello regionale, nazionale e internazionale; gestisce la pagina web che consente la condivisione dei calendari; realizza materiali di comunicazione; sviluppa modelli di ricerca e di lavoro in rete con i servizi sociosanitari territoriali.

AAA - Arts and Access for All