• 25.03.2022

    26.03.2022

OPEN CALL Scuola di filosofia ICA Milano

 

SCUOLA DI FILOSOFIA  - FONDAZIONE ICA MILANO

2° ciclo

Valutazione tra scambio, dono e debito
Con Elettra Stimilli e Fulvia Carnevale


 

VENERDÍ 25 e SABATO 26 MARZO 2022


*


La Scuola di Filosofia ICA Milano è un progetto ideato e curato da Fondazione ICA Milano in collaborazione con Riccardo Venturi. I workshop, organizzati su base annuale, rappresentano uno spazio aperto per il pensiero e la sua circolazione, volto a tematizzare il rapporto tra produzione artistica e ricerca filosofica contemporanea. Ciascun seminario è coordinato da un tutor differente, la cui ricerca presenta in maniera approfondita e specifica riflessioni e connessioni a cavallo tra arte e filosofia.

Tema centrale del secondo appuntamento è la valutazione, affrontata e indagata da Elettra Stimilli e Fulvia Carnevale del collettivo Claire Fontaine attraverso l’analisi di tre differenti attività umane che vi si relazionano: lo scambio, il dono e il debito.

Il workshop è articolato in due giornate, venerdì e sabato.
La seconda edizione, anche quest’anno in lingua italiana, si svolgerà in presenza presso gli spazi di Fondazione ICA Milano nel rispetto delle norme vigenti dovute alla diffusione del virus Covid-19.

 

COME PARTECIPARE ALLA SCUOLA DI FILOSOFIA MILANO

La scuola di Filosofia si svolgerà in presenza presso gli spazi di Fondazione ICA Milano, Via Orobia 26.

La quota di partecipazione richiesta è di 40€.

Verranno accettate le prime 40 iscrizioni.

Le iscrizioni chiuderanno il 5 marzo 2022.

 

PER ISCRIVERSI

  • Scaricare il modulo d’iscrizione QUI
  • Compilare il modulo e inviarlo a rsvp@icamilano.it
  • Se sarà accettata la candidatura, saranno inviati i dati per effettuare il bonifico, la cui ricevuta andrà inviata entro e non oltre il 18 marzo 2022
  • Tra il 18 marzo e il 23 marzo 2022 verrà inviato il programma del seminario completo di orari


 

2° CICLO – TEMA DELLA “SCUOLA DI FILOSOFIA ICA MILANO”: VALUTAZIONE TRA SCAMBIO, DONO E DEBITO


La seconda edizione della Scuola di Filosofia ICA Milano ruota attorno al tema della valutazione e al significato che muove l’attribuzione di valore a oggetti, beni e prestazioni. La definizione del valore dal punto di vista economico e le questioni filosofiche che ne derivano sono al centro di un’indagine che si articola attraverso l’analisi di tre attività, strettamente collegate alla questione economica della valutazione – lo scambio, il dono e il debito.

La prima parte del seminario è dedicata al rapporto tra valutazione e scambio. A partire dalle teorie di Smith, che applicò la distinzione tra “oggetti d’uso” e “mezzi di scambio” al problema della valutazione, il percorso propone un affondo nell’istituzione del mercato come fenomeno collettivo e nella relazione dello scambio, intesa come frutto di una mediazione con l’oggettività del valore. Fulcro della seconda parte è la differenza tra scambio e dono. Questo si rivela un fenomeno complesso, in grado di coinvolgere fattori economici, giuridici, religiosi e psicologici. La terza parte affronta il tema del debito, evidenziando come questo si avvicini più al dono che allo scambio. In questa fase, il percorso mira a sottolineare come la relazione economica sia originariamente connessa a un fatto sociale che, per quanto mirato all’accrescimento di ricchezze o prestigio, non sarà mai esclusivamente incentrato attorno alla mera soddisfazione di un bisogno.

Ciò che muove la relazione economica coincide con il fatto stesso di mettere in campo gli aspetti comunicativi che caratterizzano l’agire umano, quegli elementi a partire da cui ha origine il processo della “valutazione”.


*


BIOGRAFIA
Elettra Stimilli insegna Filosofia teoretica presso La Sapienza Università di Roma. È membro del Centre d'Études des Normes Juridiques 'Yan Thomas' (EHESS, Paris) e del comitato scientifico della collana “Political Theologies” (Bloomsbury). Dirige le collane “Filosofia e Politica” e “MaterialiIT” (Quodlibet). Ha insegnato presso la Scuola Normale di Pisa e in diverse sedi all’estero: University of Oxford; École Normale Supérieure di Lione; EHESS di Parigi; Cornell University (USA); University of Chicago. Tra le sue pubblicazioni: Jacob Taubes. Sovranità e tempo messianico (Morcelliana, 2004, 2019); Il debito del vivente. Ascesi e capitalismo (2011; tr. ingl. Debt of the Living, Suny Press, 2017); Debito e colpa (2015; tr. ingl. Debt and Guilt, Bloomsbury, 2018). Ha curato: J. Taubes, Il prezzo del messianesimo. Una revisione critica delle tesi di Gershom Scholem (ed. it. Quodlibet, 2017; ed. ted. K&N, 2006); con D. Gentili e G. Garelli, Italian Critical Thought. Genealogies and Categories (Rowman & Littlefield, 2018); e Teologie e politica (Quodlibet, 2018). 



Claire Fontaine è un'artista collettiva femminista concettuale fondata da James Thornhill e Fulvia Carnevale nel 2004 a Parigi. Dal 2017 vive e lavora a Palermo. Il suo nome è ispirato all'iconico ready-made di Duchamp, l'orinatoio intitolato Fontaine, e a una famosa marca di quaderni francesi (Clairefontaine); questo nome definisce un contesto in cui le biografie degli artisti non sono direttamente collegate alle loro opere consentendo alla loro ricerca di diventare uno spazio di libertà e desoggettivazione. L'uso dell'appropriazione e del détournement nel suo lavoro nasce dalla stessa intenzione: non evidenziare l'eccellenza della singolarità unica dell'artista, ma attivare le forme e le forze attive all'interno della nostra cultura visiva e sottolinearne il contenuto politico. Claire Fontaine utilizza video, scultura, pittura e scrittura. Recenti mostre personali includono: Siamo con voi nella notte, Museo del 900, Firenze, 2020; I- WE-YES, Studio Concreto, Lecce, 2020; Your Money and Your Life, Galerias Municipais, Lisbona, 2019; La Borsa e la vita, Palazzo Ducale, Genova, 2019; Les printemps seront silencieux, Le Confort Moderne, Poitiers, 2019; #displaced, Städtische Galerie Norhdorn, Nordhorn, 2019; Fortezzuola, Museo Pietro Canonica, Villa Medici, Roma, 2016; Tears, Jewish Museum, New York 2013; 1493, Espacio 1414, San Juan, Puerto Rico 2013; Sell Your Debt, Queen’s Nails, San Francisco 2013; Redemptions, CCA Wattis, San Francisco, 2013; Carelessness causes fire, Audian Gallery, Vancouver 2012; Breakfast starts at midnight, Index, The Swedish Contemporary Art Foundation Stockholm 2012; M-A-C-C-H-I-N-A-Z-IO-N-I, Museion, Bolzano, 2012; P.I.G.S., MUSAC, Castilla y León 2011; Economies, Museum of Contemporary Art, North Miami 2010.

 

 

 

OPEN CALL SCUOLA DI FILOSOFIA ICA MILANO

Claire Fontaine, Burning P.I.G.S., 2011 H.D. video. mac-mini, HD projector and speakers. dimensions variable. 9'38" Edition of 5 plus II AP Courtesy the artist

Mostre

Irma Blank. BLANK

Curated by Johana Carrier and Joana P. R. Neves

Mostre

Irma Blank. BLANK

Curated by Johana Carrier and Joana P. R. Neves

Mostre

Irma Blank. BLANK

Curated by Johana Carrier and Joana P. R. Neves

Mostre

Irma Blank. BLANK

Curated by Johana Carrier and Joana P. R. Neves

Mostre

Irma Blank. BLANK

Curated by Johana Carrier and Joana P. R. Neves

Mostre

Irma Blank. BLANK

Curated by Johana Carrier and Joana P. R. Neves

Mostre

Irma Blank. BLANK

Curated by Johana Carrier and Joana P. R. Neves